Crescioni romagnoli

crescioni8

Non ci sono dubbi, la parola d’ordine dell’estate 2015 è pic-nic. Pare non ci sia niente di meglio che trovare un po’ di frescura sotto le fronde di un bell’albero in mezzo alla campagna e godersi il tramonto, apparecchiando una tovaglia a quadrettoni distesa sull’erba. Non c’è che l’imbarazzo della scelta: si può optare per un bel pic-nic organizzato da qualche locale che mette a disposizione prato, tramonto e cibarie, oppure si può propendere per un fai-da-te, armarsi di cestone di vimini dove sistemare le stoviglie, un bel thermos per il tè freddo e tante buone cosine da mangiare e partire, alla ricerca di un prato in collina, di un angolo ombreggiato in un parco cittadino, oppure di una spiaggia libera, se siete tra i fortunati già in vacanza. Insomma, via libera all’informalità ed alla fantasia, da scatenare soprattutto nella scelta del cibo da proporre, che ci sarebbe davvero da sbizzarrirsi. Io, per esempio adoro i crescioni (o cassoni che dir si voglia) tipico street food romagnolo, una sorta di piadina, ma cotta con il ripieno già incorporato all’interno. Io li trovo strepitosi e perfetti da mangiare all’aria aperta, per me sono diventati, insieme ai pic.nic, il must dell’estate 2015.

CRESCIONI ROMAGNOLIcrescioni4

– 350 g di farina 0

– 50 g di farina manitoba

– 10 g di sale

– la punta di 1 cucchiaino  di bicarbonato

– 50 g di strutto

– 220 di acqua

per il ripieno:

– 250 g di pomodorini Pachino

– 2 mozzarelle

– sale

– basilico fresco

Per prima cosa tagliare a cubetti la mozzarella e i pomodorini e lasciarli per qualche minuto in un colapasta in modo che perdano i liquidi; lavare e spezzettare sottilmente le foglie di basilico. Nel frattempo, su una spianatoia versare a fontana le due farine, con il bicarbonato ed il sale. Al centro unire lo strutto e, a poco a poco, aggiungere l’acqua fino a creare un impasto elastico, ben lavorabile e non appiccicoso. Formare una palla e lasciare riposare per circa 30 minuti. A questo punto, infarinare bene il piano di lavoro, riprendere l’impasto e suddividerlo in 5 palline di dimensioni simili e con un matterello formare 5 dischi sottili. Disporre un po’ di ripieno (pomodoro, mozzarella e basilico) in una metà di ciascun disco, salare e poi richiudere a forma di mezzaluna, sigillando con l’aiuto dei rebbi di una forchetta. Cuocere i crescioni per qualche minuto su una piastra calda, girando di tanto in tanto da una parte e dall’altra in modo da dorare entrambi i lati. Per una versione vegetariana, sostituire lo strutto con la stessa quantità di olio d’oliva

crescioni5

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Print Friendly, PDF & Email

Next Post
Leave a comment

1 Comment

  1. mmm una bella idea da provare! ciao! ;-)

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi