Ciambella di ricotta, mele e miele di castagno

Direi che oggi è ufficialmente iniziato l’autunno. Già questa mattina, appena sveglia, quando sono andata ad aprire la finestra in camera, mi è arrivata dritta dritta sul viso ancora mezzo assonnato, una ventata di aria frizzantina che non lasciava sperare nulla di buono, così ho recuperato dall’armadio una giacca più pesante, ho messo in borsa il mio ombrellino frou-frou, e sono uscita per andare a lavorare. A metà mattinata, mentre ero impegnata in una lunghissima e noiosa conversazione telefonica, ho iniziato a sentire la pioggia che, timidamente, iniziava a picchiettare sui vetri delle finestre, poi, a poco a poco, la pioggerellina timida e innocua si è fatta sempre più insistente e copiosa…e non ha più smesso. Ovviamente, proprio oggi, che avevo in programma un sacco di commissioni da fare in giro e mi ero pure presa l’appuntamento dal parrucchiere (ma quello è un classico, ogni volta che vado, sia pure in pieno agosto, deve piovere, sarà un caso?). Fatto sta che per tutta la giornata non ha fatto che piovere, il cielo coperto da una cappa grigia ed i colori delle foglie resi più vividi e brillanti dall’acqua. Ammetto che questo è il primo giorno che percepisco chiaramente che siamo davvero in autunno inoltrato, ed il pensiero non può fare a meno che tornare indietro di un anno, quando la mia terra è stata messa in ginocchio da un’alluvione che ha causato morte e distruzione. Già, è passato un anno, ed in questi lunghi mesi abbiamo imparato a convivere con un territorio che ha cambiato faccia; molto è già stato ricostruito, altre cose stanno, con tanta fatica ritornando ad essere quelle di prima, da altri luoghi, invece, non si potranno mai più cancellare le cicatrici lasciate dalla furia dell’acqua del 25 Ottobre 2011 in Lunigiana. Ci penso, e mi vengono i brividi, e prego perchè questo autunno sia più clemente e ci regali solo ciò che di buono può portare questa stagione. Come un pomeriggio in casa, al calduccio, a bere una tazza di tè accompagnata da una fetta di torta, una torta dai profumi autunnali, come le mele ed il miele di castagno di questa ciambella, la cui ricetta ho preso pari pari dai Quaderni di Alice, il numero speciale dedicato alle torte, dolci e salate. Mi ha incuriosita perchè non prevede l’uso dello zucchero nell’impasto, ma è addolcita solo dal miele, ovviamente il miele dei castagni lunigianesi.

CIAMBELLA DI RICOTTA, MELE E MIELE DI CASTAGNO

– 250 g di farina 00

– 125 gi di fecola di patate

– 250 g di ricotta fresca

– 250 g di miele di castagno

– 200 g di burro

– 3 uova

– 2 mele

– 1 bustina di lievito

– 1 bustina di vanillina

– 2 cucchiai di zucchero di canna

Innanzitutto sciogliere il burro in un pentolino, a fiamma bassissima e lasciarlo intiepidire. Intanto, in una ciotola versare la ricotta, il miele, le uova e mescolare con l’aiuto di una frusta. Setacciare la farina con la fecola, il lievito e la vanillina e versare il tutto nel composto, continuando a mescolare in modo da renderlo omogeneo e senza grumi. Versare, infine, il burro fuso e dare all’impasto un’ultima mescolata con le fruste, per amalgamare anche il burro. Imburrare ed infarinare uno stampo per ciambelle, versarvi il composto, poi sistemare, sulla superficie delle fettine di mela tagliate sottili. Completare con una spolverata di zucchero di canna ed infornare in forno caldo a 180° per 45 minuti circa. Togliere dal forno e lasciare raffreddare su una griglia prima di servire. 

 

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Print Friendly, PDF & Email

Leave a comment

6 Comments

  1. Sono davvero svuotata e non saprei cosa commentare relativamente all’ultima parte del tuo post, a parte che pensare di poter capire, senza ben riuscirci. Dovremmo parlarne a voce, non sono brava a scrivere pensieri di un certo tipo (infatti scelgo sempre, noiosamente, inesorabilmente, un approccio più ironico, l’unico di cui sono capace – nero su bianco). Riguardo la ciambella: meravigliosa. Riguardo autunno e pioggia: domani vado dal parrucchiere più caro di Milano (regalo della mamma) e ovviamente, diluvia.

    Rispondi
  2. Ciao, davvero sublime questa torta! Ci incuriosisce moltissimo il trio miele di castagno, mele e ricotta! Ricercata e si presenta benissimo!
    baci baci

    Rispondi
  3. Ciao caraaaa…ma che buona questa ciambella il miele di castagno mi piace moltissimo, sento il profumino da qui! :)))
    Un dolce pensiero per le ‘cicatrici’ vista la triste ricorrenza autunnale…un bacio grande! :)))

    Rispondi
  4. E’ vero che davanti alla natura l’uomo è piccolo piccolo ma spesso tanti disastri potrebbero essere evitati se solo ci fosse più attenzione e coscienza. Bisognerebbe imparare da certi eventi ma…ci si riuscirà mai?
    La giornata di oggi è esattamente come l’hai descritta: nuvole, pioggia e per me tanta malinconia. Sarebbe una dolce coccola questa ciambella con una tazza di tè caldo. Il miele di castagno mi piace molto con il suo retrogusto amaro. E’ una combinazione di ingredienti davvero deliziosa. Un bacione, buona giornata

    Rispondi
  5. Ciao Camy!!Confermo è proprio arrivato l’autunno!!E quanto mi piace…Perfetta si la tua torta per il tea,deliziosamente delicata e ne immagino il profumo appena sfornata!!Un bacione e felice Halloween :)

    Rispondi
  1. dolcificante, aromatizzante, miele di castagno | Le ricette di tipici di Calabria

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi