Plumcake aromatizzato al té

Cosa c’è di meglio di una buona tazza di té? Calda e fumante nelle lunghe giornate invernali, ghiacciata e dissetante quando fuori fa caldo, per me il té è la bevanda per eccellenza. Mi piace assaporarlo, provarne tipi diversi, scegliere una varietà differente in base al momento della giornata, al mio umore o semplicemente al desiderio di quell’istante. Un té nero, forte e corroborante per la colazione del mattino prima di correre al lavoro, e poi quello immancabile al pomeriggio (per non farmi mancare niente ho allestito un piccolo angolo-merenda anche in ufficio), aromatizzato, magari il mio preferito, l’Earl Grey dal gradevole profumo agrumato, un piacevole intermezzo a cui non posso rinunciare. La sera, prima di addormentarmi è invece un rito concludere la giornata con una tazza di té verde, sorseggiata con lentezza e che mi godo insieme alla lettura di un buon libro.

Insomma, avrete capito, per me il té è una vera e propria passione che negli anni ho cercato di affinare, leggendo libri sull’argomento, assaggiando, quando ne ho avuto la possibilità, miscele pregiate e nei viaggi che ho fatto, nei paesi che contemplano questa deliziosa bevanda nella loro tradizione, non ho mancato di degustare questo prezioso infuso dal colore dell’oro. Così, mentre in una Tea-Room londinese viene servito in raffinate tazze di porcellana, nei café di Marracheck l’ho bevuto in piccoli bicchieri decorati, versandolo direttamente da una teiera d’argento colma di menta fresca. A Istanbul, invece, il té alla mela è un vero e proprio must (ce ne siamo portati a casa svariati pacchetti, ma, chissà perché, bevuto di fronte al Bosforo dà tutt’altre sensazioni!). E quando vado a Parigi non manco mai di fare una capatina da Mariage Frères, un vero e proprio luogo sacro per chi ama il té come me.

 Ed è per questo che, non appena ho letto il post di Ciliegina sulla torta non ho pensato ad altro che a partecipare a questo bellissimo concorso, perché è la prima volta che mi cimento in un’esperienza del genere e non poteva esserci debutto migliore per me.

Ho subito pensato di preparare il mio amato Plumcake al té, per me è perfetto da accompagnare al più classico dei classici té delle cinque e poi, aggiunto anche all’interno dell’impasto, dà al dolce un aroma piacevole al gusto ed un giusto grado di umidità che lo rende morbido, in una parola, perfetto. E allora questo dolce, per me tanto speciale, lo voglio offrire, con un invito virtuale, ma tanto sentito, alle mie nuove amiche conosciute attraverso questo blog, per brindare insieme con un buon té, proprio come piace a me.

PLUMCAKE AL TÉ

– 200 g burro

– 200 g farina

– 200 g zucchero di canna

– 100 g uvetta

– 3 uova

– 1 bustina lievito per dolci

– la scorza grattugiata di un limone

– 1 bustina té Earl Grey

Fare bollire un pentolino d’acqua. Spegnere il fuoco e mettere in infusione una bustina di té; non appena sarà intiepidito, riempire un bicchiere con una parte del té e versarvi l’uvetta, lasciandola a rinvenire. Nel frattempo, in una ciotola, lavorare con la frusta elettrica il burro (a temperatura ambiente) per qualche minuto, fino a renderlo ben spumoso. Incorporare lo zucchero di canna, continuando a mescolare e, di seguito, le uova, uno per volta, la farina setacciata con il lievito, la scorza grattugiata del limone e 5 cucchiai del té rimasto. Infine strizzare l’uvetta, asciugarla con della carta da cucina, passarla in una manciata di farina ed aggiungerla all’impasto, cercando di amalgamarla il più possibile. Trasferire l’impasto in uno stampo da plumcake, pareggiare la superficie e mettere in forno, preriscaldato a 180° per circa 50 minuti. Una volta trascorso il tempo verificare la cottura con uno stuzzicadenti, lasciare riposare a forno spento per qualche minuto e trasferirlo su una griglia, fino al momento di servire.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Print Friendly, PDF & Email

Leave a comment

6 Comments

  1. Buonoooooo!
    Il thè nei dolci lo strovo strepitoso.
    Buonissimo il tuo dolcino.
    Buon 2 giugno!

    Rispondi
  2. Stefano

     /  2 giugno 2011

    Interessante, ma non avresti una ricetta per una apple-pie. ne vado ghiotto. ciao

    Rispondi
  3. Ciao Carmen!!Ma che bel post,mi ritrovo proprio tra le righe e le tazze di tea….condivido pienamente e mi fa piacere sapere che noi amanti del tea e del suo rituale siamo cosi tante a condividere questa “istituzione”…Il tuo plumcake sembra delizioso ricetta da provare assolutamente!!

    Rispondi
  4. Camy

     /  3 giugno 2011

    @ Franci: grazie mille, confermo che è stato divorato all’istante
    @ Stefano: a disposizione, mi metto subito all’opera
    @ Federica: so bene che mi capisci, sarebbe bello organizzare un bel tea party con tanti dolcetti e bellissimi servizi da tea, vero? :-)

    Rispondi
  5. che bontà soffice questo plumcake! complimenti! smack! :)

    Rispondi
  6. se organizzate il tea-party anche io ed elisa veniamo, siamo delle esperte!!!! ciao camy, bellissima ricetta che mi ero persa!

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi