Potage parmentier

Ore 18.30 mi scapicollo fuori dall’ufficio, è tardi, a quest’ora dovrei essere già a casa. Fuori un freddo pungente e un traffico da fare imbestialire anche la più mite delle persone. Le strade sono tutte intasate, il centro impraticabile: beh, certo, oggi il Presidente della Repubblica è in visita a Bologna, ecco il motivo di tutto questo trambusto. Riesco miracolosamente a trovare parcheggio sotto casa e corro verso il supermercato per una spesa veloce…e anche qui una fila interminabile davanti alle casse…E che succede, non mi dite che il Presidente Napolitano viene a mangiare da queste parti??? La signora accanto a me sbuffa come una locomotiva mentre si fa largo con un carrello pieno di ogni ben di Dio. “Faccio un po’ di scorta” si sente in dovere di spiegarmi “domani hanno previsto una bella nevicata…non si sa mai”. Guardo la mia misera spesa, giusto un paio di cose, stanno appena in una mano. Se davvero dovesse arrivare la nevicata del secolo e fossimo tutti bloccati in casa, io dovrei sopravvivere con 1/2 chilo di mele, qualche carota e una confezione di shampoo???? La signora mi guarda con un’aria di profondo compatimento. “Non si preoccupi, signora” vorrei tranquillizzarla “la mia dispensa è talmente fornita che potrei sfamare un esercito”. Arrivo finalmente a casa, sistemo la mia spesa miserella e non ho ancora la minima idea di cosa prepararmi per cena. Poi l’illuminazione: in frigo un paio di porri da consumare (vede, signora cara, che anche io farei la mia bella figura in caso di tormenta di neve?), e cosa c’è di meglio, con questi freddi, di una bella zuppa calda e confortevole? Le potage parmentier, altro classico della cucina francese, è una delle mie zuppe preferite: ingredienti semplici ed un gusto delicato. Tra l’altro è una delle ricette della mitica Julia Child…se non avete ancora trovato il coraggio per disossare un’anatra, buttatevi su questo piatto, il successo è assicurato.

POTAGE PARMENTIER

– 2 porri

– 2 patate piccole

– 2 cucchiai di panna da cucina

– 20 g di burro

– 1 dado vegetale

– prezzemolo

– sale

-pepe

 

 

In un pentolino fare sciogliere il dado in 1/2 litro d’acqua e portare a bollore, poi lasciare il brodo in caldo. Nel frattempo lavare bene le patate, sbucciarle e tagliarle a pezzetti; lavare i porri, eliminare i primi due strati esterni poi tagliarli a rondelle (tutta la parte bianca e la prima parte di quella verde). In una pentola capiente fare sciogliere il burro a fuoco dolce, aggiungere i porri e fare cuocere per qualche minuto, fino a che i porri non si saranno ammorbiditi (nel caso ce ne fosse bisogno allungare con un po’ di brodo per non farli bruciare). Unire le patate, lasciare insaporire ancora per qualche minuto, mescolando di tanto in tanto, poi ricoprire le verdure con il brodo caldo e lasciare sobbollire per circa mezz’ora, il tempo che le verdure siano ben cotte (se necessario unire altro brodo che va mantenuto sempre caldo). Non appena le verdure saranno cotte e il brodo leggermente ritirato, togliere dal fuoco e passare con il minipimer fino a che non si otterrà una consistenza cremosa e vellutata. Rimettere sul fuoco, sistemare di sale e pepe (mi raccomando, solo un pizzico di sale, la zuppa sarà già insaporita dal brodo), aggiungere la panna e fare cuocere mescolando per bene per altri 5 minuti. Infine impiattare, decorare con del prezzemolo tritato e servire la zuppa calda.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Print Friendly, PDF & Email

Leave a comment

8 Comments

  1. Un piatto semplice e raffinato allo stesso tempo, direi che sopravviverai di certo all’eventuale tormenta ;-)

    Rispondi
  2. bella questa zuppa coccolosa! Qui dicono che nevicherà da più di una settimana e non si vede un fiocco! :)

    Rispondi
  3. Artù

     /  31 gennaio 2012

    Oggi qui nevica alla grande, sai che quasi invidio la signora, ahahaha
    Scherzo!
    La tua vellutata é super!

    Rispondi
  4. Brava cara una vera food blogger non si fa mica scoraggiare da una tormenta di neve:D la credenza è sempre piena e questa zuppa è davvero una nuvola soave di delizia!!baci,Imma

    Rispondi
  5. stasera ci vorrebbe davvero….
    neve si, neve no, quel che esce dalle tua mani è sempre un successo!

    Rispondi
  6. Bel blog, ottime ricette, belle foto e post avvincenti… ti seguo con gran piacere. Ciao, a presto

    Rispondi
  7. Io sono bloccata in casa per via della neve…cade copiosa da ieri sera e non accenna a smettere…però il frigorifero è ben fornito e anche se ci fosse poca roba, con un po’ d’ingegno e creatività si sformano vere e proprie delizie, che danno spesso anche più soddisfazione! Come la tua zuppa! Bellissima e delicata! Complimenti!

    Rispondi
  8. Ciao cara, anche tu confinata in casa come me, o sei riuscita a fare un po’ di spesuccia per affrontare questi giorni di tormenta? Qui a Ferrara ieri e oggi gran macello, ma a me prendermi un giorno di isolamento non dispiace. Mi sa che preparo una bella zuppetta scioglineve come questa ;-)

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi