Kolokithokeftèdes, più semplicemente dette polpette di zucchine greche

Lui: Sai, ho guardato le previsioni e per il weekend è previsto bel tempo

Lei: Uhm, davvero?

Lui: Che ne dici se prendiamo la moto e ce ne andiamo via per un paio di giorni?

Lei: Mi sembra un’ottima idea (Lei, per principio, non dice mai di no a queste proposte)…

Lui: Allora è deciso, ce ne andiamo al mare!

E così siamo partiti, un bagaglio leggero, partenza di primo mattino e via, destinazione Alassio, riviera ligure di Ponente dove abbiamo trascorso un fine settimana all’insegna del relax: un timido accenno di abbronzatura, la prima nuotata della stagione (l’acqua fredda, ma rigenerante), le lunghissime passeggiate sul bagnasciuga, gli aperitivi in un baretto con i tavolini all’aperto e una cenetta in riva al mare a base di trofie al pesto (beh, non potevo non assaggiare un buon pesto ligure). E questa mattina, nonostante il lunedì, nonostante la sveglia traumatica all’alba, nonostante il lavoro e i soliti problemi quotidiani, mi sento la testa leggera leggera, continuo a canticchiare stupide canzoncine da spiaggia ed ho un sorrisino un po’ ebete stampato in faccia…che dire, non c’è scampo, sono in pieno clima vacanziero! Lo so che è ancora maggio e le mie ferie sono così lontane che non dovrei nemmeno pensarci, ma ogni tanto basta poco, davvero poco, per staccare dal tran-tran di tutti i giorni e ricaricare le pile di nuovi stimoli e nuove energie. Quindi dichiaro ufficialmente iniziata la bella stagione, e per inaugurarla come si deve cosa c’è di meglio di un piatto tipico della cucina greca, fatto di ingredienti freschi ed estivi? Ho assaggiato, per la prima volta, queste polpettine dal nome impronunciabile qualche anno fa, durante una vacanza su un’isoletta greca delle Cicladi, e mi avevano subito conquistato per quel mix di sapori freschi e delicati, nonostante la cottura non sia proprio delle più dietetiche :-) ed ogni volta che le preparo ritorno con la mente tra quelle casette bianche con le finestre blu, a picco su un mare trasparente e dalle mille sfumature. Quindi, buon inizio estate a tutti!

KOLOKITHOKEFTÈDES

– 1/2 Kg zucchine

– 2 uova

– 125 g feta

– 1 cucchiaio menta tritata

– 1 cucchiaio prezzemolo tritato

– farina q.b.

– olio

– sale

– pepe

Grattugiare grossolanamente le zucchine e fare perdere il loro liquido di vegetazione spremendole bene con le mani. Mettere la polpa in una terrina, aggiungere la feta grattugiata (la ricetta originale prevede del formaggio kefalotiri, non so se in Italia sia reperibile), il prezzemolo, la menta, le uova e mescolare bene con una forchetta. Salare, pepare ed aggiungere qualche cucchiaio di farina, fino a che il composto diventi abbastanza consistente. Non c’è bisogno che diventi troppo sodo, se avete l’impressione che le polpette si sfaldino troppo non preoccupatevi, in fase di cottura si compatteranno. Preparare le polpette dando loro una forma schiacciata, fare scaldare dell’olio di oliva in una padella capiente e friggerle da ambo le parti finchè avranno acquistato un bel colorito dorato. Scolare bene e coprirle con della carta assorbente, in modo che perdano l’olio in eccesso. Servire tiepide, accompagnate da della salsa tzatziki, ma sono buonissime anche il giorno dopo, mangiate fredde.

 

 

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Print Friendly, PDF & Email

Leave a comment

8 Comments

  1. Ecco, mi hai fatto venire una gran voglia di mare. Solo che dovrei accontentarmi di cose tipo Brighton… Naaaa!
    Piacere di conoscerti! :)

    Rispondi
  2. Ciao Carmen…che belle queste polpettine…quante uova servono?

    Rispondi
  3. Ciao Carmen, ho provato questa ricetta mettendo due uova, vedendo che ne parlavi al plurale, ma non mi è proprio venuta! era tutto liquido! ho provato a mettere un bel pò di farina ma non sono riuscita a compattare le polpette, mi sono venute delle frittelle…dove ho sbagliato? grazie, ciao!

    Rispondi
    • Camy

       /  17 Giugno 2011

      Ciao Aria, in effetti servono proprio 2 uova, mi sono accorta ora che non ho scritto quante, lo correggo subito. Quando le faccio io l’impasto è piuttosto liquido, ma riesco comunque a fare delle polpette. L’unico accorgimento che uso è di strizzare bene bene le zucchine, perchè tendono a rilasciare l’acqua nell’impasto e a renderlo ancora più liquido. Forse le tue uova erano molto grosse? magari prova con uno solo e ad aumentare un po’ la farina (o mettere del pangrattato). Fammi sapere, ok?
      baci

      Rispondi
  4. Ottime!!!Devo provarle! Posso farle anche al forno secondo te?
    Grazie!
    Clo

    Rispondi
    • Camy

       /  15 Luglio 2011

      Ciao Clo, penso che si possano fare anche al forno, l’impasto però, dovrebbe essere piuttosto sodo, quindi ti raccomando di fare scolare bene bene le zucchine e magari aggiungere un po’ di pangrattato, in modo da potergli dare una forma! fammi sapere :-)

      Rispondi
  5. paola

     /  20 Giugno 2012

    daverro buonissime le ha mangiate anche il mio bimbo di 2 anni …un consiglio io per fare le polpette mi sono leggermente bagnata le mani e sono venute benissimo….

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi