La cucina naturale vegetariana di Beatrice Calia al “Pungiglione”

Erbe aromatiche, spezie, frutta e verdura, gli ingredienti usati per cucinare

Erbe aromatiche, spezie, frutta e verdura, gli ingredienti usati per cucinare

Avete presente quei periodi in cui le cose non vanno esattamente secondo i vostri piani e voi vi immaginate già interi weekend passati a sprofondare sul divano, lamentandovi della vita, della vostra sfiga e del mondo intero, aspettando solamente che arrivi il lunedì per tornare al lavoro? Ecco, nei miei programmi, lo scorso fine settimana sarebbe dovuto essere proprio così: due giorni di totale apatia, a crogiolarmi nel mio innato spirito da martire trafitta a cui non ne va una giusta. Per fortuna, però, i programmi sono fatti per essere scombinati e il caso ha voluto che mia sorella organizzasse, proprio lo scorso weekend, una due-giorni di un corso di cucina naturale tenuto da Beatrice Calia che, oltre ad essere un’amica (ci siamo conosciute all’ormai noto Club des Pirottines dove lei, oltre a partecipare assiduamente, ci ha regalato una bellissima lezione di cucina lo scorso anno) è anche un’ottimo chef e una meravigliosa insegnante.

Beatrice Calia, la chef

Beatrice Calia, la chef

E fortuna che mi sono decisa a risvegliarmi dal mio torpore autolesionista e ad iscrivermi al corso perchè sono bastate davvero poche ore per farmi completamente dimenticare le mie paturnie e ridimensionare tutti quei problemi che a me sembravano insormontabili. E così ho trascorso due giorni a tagliare verdure di stagione ed annusare erbe aromatiche e spezie, ho riempito fogli e fogli di appunti, ho mangiato dolcetti realizzati con pochi e sani ingredienti ed ho imparato a riconoscere le erbe selvatiche. Ho condiviso pranzo, cena e colazione con vecchi amici e con persone appena conosciute, ma che sembrava ci conoscessimo da sempre e sono tornata a casa piena di cose da raccontare. E di cose da raccontare ne avrei tantissime anche adesso, perchè questo corso di cucina non è stato solo un’occasione per imparare nuove ricette ed un nuovo modo di nutrirsi con gusto, ma anche con consapevolezza, ma una bellissima opportunità di condivisione di un progetto che Beatrice e Laura (che poi sarebbe mia sorella) stanno portando avanti con tanta passione nonostante i pochi mezzi a disposizione e la distanza (chilometrica), che le separa. Mia sorella, infatti, ci ha ospitati tutti quanti al Pungiglione, la cooperativa sociale in cui lavora, immersa nel verde della Lunigiana: qui, arrivano persone disagiate che hanno avuto un percorso di vita difficile e viene data loro la possibilità di lavorare all’interno della struttura per poter essere, un giorno, reinserite nella società attraverso il lavoro e la vita di comunità; i ragazzi lavorano nella mieleria (qui si produce il famoso miele biologico DOP della Lunigiana), nella cereria e nella falegnameria all’interno della struttura, trovano il calore di un luogo che li accoglie senza pregiudizi ed hanno l’opportunita di imparare un mestiere. Ma il Pungiglione è anche molto altro: è una casa famiglia che ospita chi ha bisogno, è una fattoria didattica con tanti animali che, spesso, sono salvati dal macello, è un negozio dove vengono venduti prodotti di filiera corta per sostenere le aziende locali, è un ostello dove poter soggiornare per visitare i bei borghi della Lunigiana, è, soprattutto, un luogo dove, nonostante le grandi difficoltà del momento in cui viviamo, ogni cosa è portata avanti con impegno, passione e grande serietà. Quindi vi invito a venire a conoscere il Pungiglione e i loro ragazzi, vi invito a partecipare ai corsi di cucina di Bea, magari soggiornando in ostello per godere al meglio la ricchezza di questo posto. Ci sono ancora due week-end di corsi, a Marzo ed Aprile, approfittatene e, credetemi, tornerete a casa con il cuore più leggero e tanto da raccontare.

Per informazioni e iscrizioni: 346 7867189 / http://www.ilpungiglione.org/it/corsi-di-cucina-vegetariana/

Cruditè e hummus

Cruditè e hummus

Verdure cotte, pronte per il pranzo

Verdure cotte, pronte per il pranzo

La mieleria del Pungiglione

La mieleria del Pungiglione

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Print Friendly, PDF & Email

Leave a comment

10 Comments

  1. Gabriella

     /  14 febbraio 2013

    C’ero anch’io e non vedo l’ora di tornare la prossimo appuntamento. Magnifico modo di trascorrere un fine settimana!

    Rispondi
    • Camy

       /  14 febbraio 2013

      E’ vero Gabriella, ci siamo davvero divertite, e io non vedo l’ora di replicare. A presto!

      Rispondi
  2. Sono affascinata da questo posto… adesso chiamo per informarmi, vorrei regalarmi una’escursione in Lunigiana, per il mio compleanno…

    Rispondi
    • Camy

       /  14 febbraio 2013

      Cara Serena, se vieni in Lunigiana fammi sapere che ti do un po’ di dritte su cose da vedere e posti dove mangiare :-) e magari potremmo finalmente conoscerci ;-)

      Rispondi
  3. Ivana

     /  14 febbraio 2013

    che voglia di Toscana e di Bea…. :)
    La prossima volta che ci vediamo posso ordinarti un pò di miele?

    Rispondi
    • Camy

       /  14 febbraio 2013

      Certo Ivana, posso spacciare un po’ di sano miele lunigianese a Bologna! A presto

      Rispondi
  4. Che bello deve essere stato. Ho dato un’occhiata, se ho capito bene all’ostello si può andare quando si vuole. Mi piacerebbe farci una piccola vacanza

    Rispondi
    • Camy

       /  15 febbraio 2013

      @Elenuccia: l’ostello è sempre aperto ed è molto comodo ed economico per una vacanza all’insegna della natura…ops sembro un ufficio turistico ;-D

      Rispondi
  5. Peccato la lontananza tesoro perché mi sarebbe davvero piaciuto immergermi in questa esperienza molto interessante!! Bacioni,Imma

    Rispondi
  6. E hai fatto proprio bene a scrollarti di dosso la negatività che spesso ci assale con i nostri lavori, non faticosi fisicamente, ma così logoranti mentalmente. Ci vuole un diversivo, un tuffo nella passione per un interesse completamente diverso. Un’ottima strategia che molto spesso ha aiutato anche me… E poi mi hai fatto scoprire un posto e una realtà nuovi, grazie! Baci

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi